Come funziona l’algoritmo di Instagram nel 2019

Vuoi rendere i tuoi post più virali e ottenere più interazione possibile dai tuoi follower? Per fare ciò devi assolutamente comprendere come funziona l'algoritmo di Instagram.

Pubblicato il 2 Ottobre, 2019

Scritto da Matteo Feduzi

Instagram, Social Media

Per capire a fondo come funziona l’algoritmo di Instagram dobbiamo prima capire cos’è un algoritmo.

Questo, in informatica, è un programma scritto tramite vari codici di programmazione che garantisce la risoluzione e automazione di un determinato problema.

Come ragiona l’algoritmo di Instagram?

Come ogni algoritmo, anche quello di Instagram ha un suo obiettivo.

Prolungare il tempo di permanenza di un utente sulla sua piattaforma.

Questo per un semplice motivo. Aumentare i propri guadagni.

Infatti, restando più a lungo su Instagram un utente scorrerà la home, le storie e così via, visualizzando le varie inserzioni.

Queste ultime, per essere pubblicate su Instagram (o Facebook) richiederanno un pagamento da parte dei loro gestori alla piattaforma stessa.

Dunque, come può Instagram mantenere il più a lungo possibile un utente?

È relativamente semplice, mostrando a quell’utente ciò che è di suo interesse.

Ma come fa questo fantastico social (e la maggior parte degli altri social) a riconoscere ciò che ci piace realmente? E come possiamo portare tutto ciò a nostro vantaggio?

Instagram, nella maggior parte dei casi, non fa altro che avvalersi delle informazioni che gli forniamo.

Ciò vuol dire che se chattiamo spesso tramite DM con una persona, Instragram, con molta probabilità, mostrerà le foto dell’altra persona nella nostra home e le nostre foto nella sua home.

Lo stesso ragionamento varrà anche per le storie.

Come aumentare follower e like su Instagram

Ora passiamo alla pratica e vediamo come poter aumentare la viralità dei nostri post e storie su Instagram e di conseguenza come aumentare follower e like.

Per fare ciò dobbiamo immagine che ogni azione dia dei punti.

Tieni presente che i dati forniti qui sotto non sono realistici e servono da stima per farti capire come ragiona l’algoritmo di Instagram.
OperazioniPunti
Segnala-1
Like1
Visualizzazione profilo1
Commento2
Salvato3
Condivi3

Come puoi vedere queste sono solo alcune delle azioni che possiamo eseguire all’interno di questo social.

Più azioni di questo tipo riceviamo e più il nostro punteggio aumenta o diminuisce a seconda dell’azione ricevuta.

Facciamo subito un esempio pratico, che ne dici?

Immaginiamo che un tuo amico segua 50 persone, tra cui anche te. Cosa succederebbe?

Molto probabilmente in questo caso, l’utente riuscirebbe comunque a visualizzare il tuo post o le tue storie, ma se l’utente in questione seguisse 1.000 persone?

Comprendi che a questo punto sarebbe più complicato per il tuo amico visualizzare i tuoi contenuti, specialmente nel caso in cui queste mille persone abbiano una frequenza di pubblicazione costante e periodicamente ristretta.

Ma se questo tuo amico dovesse interagire costantemente con te molto più delle altre 999 persone?

Capisci allora che avresti un punteggio più alto rispetto a tutti gli altri e con tutta probabilità Instagram mostrerà i tuoi contenuti in prima posizione a quel tuo amico.

Ora, dove sta il complicato?

Il complicato rimane nel fatto che non sei tu a dover interagire con l’altra persona, ma al contrario sarà questa persona che dovrà interagire con te.

Infatti, inserendo like e commenti nei post di un’altra persona sarai tu a visualizzare com molta più probabilità i suoi contenuti e non il contrario.

Come posso portare l’utente a interagire con il mio profilo?

Portare un utente ad interagire con te non è semplice.

Esistono però alcuni modi:

  • Creare contenuti unici e di ottima qualità che possano essere apprezzati dal tuo pubblico.
  • Sfruttare altri social in cui vai forte per portare quel traffico a seguirti anche su Instagram.
  • Interagire direttamente con i tuoi follower.

Abbiamo già fatto un esempio di quest’ultimo punto quasi all’inizio di questo articolo con i Direct Message (DM).

Possiamo creare un’interazione con un altro utente tramite questo strumento. Se l’utente risponderà avremo molta probabilità di creare “un legame” con il suo profilo e Instagram si ricorderà di questo.

Tieni in considerazione che con questa pratica potrai migliorare l’interazione con il tuo pubblico ma non potrai mai arrivare a tutte le persone che ti seguono. Nemmeno con qualsiasi altra strategia.

Conclusioni

A questo punto dovresti aver capito che questa strategia può aiutarti senza alcun dubbio ma richiederà un bel dispendio di tempo.

Cosa farai? Fammelo sapere nei commenti!

Hai ancora dei dubbi sull’algoritmo di Instagram? Scrivimi tramite la chat di assistenza in basso a destra!

Un abbraccio,

Matteo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *