Come visualizzare la data dell'ultimo aggiornamento dei tuoi post su WordPress

Visualizzare data dell’ultimo aggiornamento dei tuoi post su WordPress

La guida ideale per chi vuole aggiungere la data dell'ultimo aggiornamento in un articolo o una pagina WordPress.

Pubblicato il 10 Febbraio, 2020

Scritto da Matteo Feduzi

Wordpress, CMS

Il tuo tema WordPress non è in grado di aggiornare automaticamente la data dei tuoi post o delle tue pagine web quando queste vengono modificate?

Nessun problema. Sei finito nell’articolo giusto.

Sei pronto? Si parte!

Introduzione

Prima di iniziare è bene conoscere due dati strutturati fondamentali:

  • datePublished: La data e l’ora in cui l’articolo è stato pubblicato per la prima volta.
  • dateModified: La data e l’ora in cui l’articolo è stato modificato più di recente.

La prima aiuta Google a capire l’anzianità dell’articolo mentre la seconda lo aiuta a capire se il contenuto viene aggiornato.

Se si utilizza un programma come Yoast SEO, queste proprietà vengono aggiunte in automatico in ogni articolo o pagina.

Dunque abbiamo già risolto il problema lato browser, ma come possiamo far visualizzare anche ai nostri visitatori la data dell’ultimo aggiornamento di un articolo?

Se stai pensando che l’unico modo sia quello di modificare la data di pubblicazione stai commettendo un enorme errore lato SEO.

Infatti, modificando manualmente la data di pubblicazione non vai ad aggiornare la proprietà dateModified ma bensì solo la datePublished.

Questo è un enorme errore considerando che uno dei fattori di posizionamento che viene tenuto in considerazione da Google è proprio l’anzianità della pagina.

Dunque esistono due modi di agire, vediamoli entrambi.

Visualizzare la data dell’ultima modifica tramite codice

Questo metodo è altamente consigliato perché ti permette di non appesantire ulteriormente il tuo sito con eventuali plugin.

È possibile utilizzare questo metodo per qualsiasi tipo di pagina o post.

Per prima cosa vai sul file functions.php e aggiungi il seguente codice:

function wp_aggiornamento_data() {
  $tempo_pubblicazione = get_the_time('U');
  $tempo_ultima_modifica = get_the_modified_time('U');
  if ($tempo_ultima_modifica >= $tempo_pubblicazione + 86400) {
    $data_aggiornata = get_the_modified_time('j F, Y');
    //$updated_time = get_the_modified_time('h:i a');
    $output_data = 'Aggiornato il <time itemprop="dataModified" content="' . $data_aggiornata . '">' . $data_aggiornata . '</time>';
  } else {
    $data_pubblicazione = get_the_time('j F, Y');
    $output_data = 'Pubblicato il ' . $data_pubblicazione;
  }
  return $output_data;
}

Dopodiché vai sul file single.php e aggiungi la seguente funzione dove vuoi che sia visualizzato la data aggiornata:

<?php echo wp_aggiornamento_data() ?>

Il file single.php è il modello che costruire il template di ogni tuo articolo WordPress.

Il tuo tema potrebbe anche non utilizzare il file single.php, perciò ti consiglio di dare un’occhiata alla gerarchia dei file WordPress.

Visualizzare la data dell’ultima modifica tramite plugin

Se con il codice non sai dove mettere le mani non ti preoccupare, puoi sempre utilizzare un plugin come WP Last Modified Info.

Una volta attivato vai su Impostazioni > WP Last Modified Info.

Ora vai su Post Options o Page Options a seconda di dove vuoi far visualizzare la data aggiornata.

In questo caso proseguo su Post Options e lo abilito.

Dopodiché decidi se vuoi mostrare la data sopra, sotto o tramite lo shortcode e se vuoi visualizzarla anche negli archivi.

In questo caso inserisco Before Content e No.

Così facendo la data dell’ultima modifica verrà mostrata sopra la funzione WordPress the_content().

Ora dichiariamo il tag HTML e modifichiamo il valore Last Updated on.

Lasciamo Traditional Format, scegliamo se vogliamo far visualizzare solo la data, l’ora o entrambi e infine inseriamo il formato che più preferiamo.

Se non utilizzi un plugin che genera i dati strutturati ti consiglio di andare sul pannello Schema e abilitare l’opzione Default Mode (CreativeWork).

Conclusioni

La possibilità di visualizzare la data dell’ultimo aggiornamento di una pagina o un post è una cosa da non sottovalutare.

Questo ridurrà il numero degli abbandoni rapidi e permetterà al visitatore di capire che la pagina web che sta consultando non è affatto datata.

E tu hai già apportato questa piccola ma importante modifica? Fammelo sapere nei commenti!

Benvenuto!

Sono Matteo Feduzi, autore di matteofeduzi.com. Ogni giorno aiuto decine di imprenditori e neo-imprenditori a sviluppare il proprio business online.

Nuovi tips giornalieri e interessanti su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *