Cos'è il DAU, WAU e MAU

Cos’è il DAU, WAU e MAU?

La guida ideale per chi vuole scoprire come funzionano le metriche DAU, WAU e MAU e perché sono importanti.

Pubblicato il 4 Giugno, 2020 Scritto da Matteo Feduzi Funnel, Marketing Nessun commento

Oggi parliamo di 3 metriche molto importanti quando si parla di app mobile e non solo.

DAU, WAU e MAU sono 3 metriche che hanno lo scopo di misurare la retention, cioè la frequenza con cui le persone utilizzano quel prodotto o servizio.

Cos’è il DAU?

DAU (Daily Active Users) è il numero di utenti unici che hanno utilizzato il prodotto o servizio in un determinato giorno.

Cos’è il WAU?

WAU (Weekly Active Users) è il numero di utenti unici che hanno utilizzato il prodotto o servizio in una determinata settimana.

Cos’è il MAU?

MAU (Monthly Active Users) è il numero di utenti unici che hanno utilizzato il prodotto o servizio in un determinato mese.

Perché DAU, WAU e MAU sono importanti?

Queste metriche permettono di valutare se stai offrendo un prodotto o servizio interessante.

Inoltre, un’analisi approfondita del DAU, WAU e MAU separata per ogni canale di acquisizione (o specifico targeting), riesce a dare una precisa overview di quali siano le campagne di user acquisition che portano utenti migliori in termini di engagement e retention.

In definitiva, il numero degli utenti attivi, fornisce un indicatore generale sullo stato di salute del vostro prodotto o servizio, e costituisce la base per calcolare altre metriche importanti che danno più informazioni sul successo del vostro business (ad esempio il LTV – Life Time Value).

Quando vengono utilizzati DAU, WAU e MAU?

La maggior parte delle volte si pensa che DAU, WAU e MAU siano delle metriche usate per calcolare esclusivamente quante persone aprono una determinata app.

In realtà queste metriche vengono utilizzate anche in altri ambiti, per esempio per misurare il numero di persone singole attive che utilizzano una determinata funzione.

Un programma molto utile per calcolare queste metriche nei siti web è proprio Google Analytics, anche per misurare i singoli eventi.

In questo caso ho un DAU dell’evento di 2.

Conclusioni

Seppur queste 3 metriche possano sembrare abbastanza banali non sono sicuramente da sottovalutare.

Come ho già illustrato ci portano vari vantaggi nella strategia di Growth Hacking e si sa, ogni dato è un potenziale amico.

Conoscevi già queste 3 metriche? Fammelo sapere nei commenti! 😉

Benvenuto!

Sono Matteo Feduzi, autore di matteofeduzi.com. Ogni giorno aiuto migliaia di imprenditori e neo-imprenditori a sviluppare il proprio business online.

Nuovi tips giornalieri e interessanti su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *