Differenze tra WordPress.org e WordPress.com

Differenze tra WordPress.org e WordPress.com

Sapevi che Wordpress.org e Wordpress.com sono in realtà due piattaforme molto diverse tra loro? In questo articolo scoprirai i PRO e i CONTRO di queste due piattaforme e anche per quali funzionalità differiscono.

Pubblicato il 17 Luglio, 2019

Scritto da Matteo Feduzi

Informazioni WP, Wordpress

Sei venuto a conoscenza della famigerata esistenza di due WordPress e sei alla disperata ricerca della differenza tra i due?

Tranquillo, non preoccuparti, è una domanda che assilla molti e proprio per questo ho deciso di creare una guida completa sull’argomento.

Ti consiglio di leggere attentamente questa guida prima di realizzare il tuo sito web.

Potrebbe essere che hai sentito parlare molto di WordPress ma ti sei mai chiesto di quale WordPress parlavano? Tra i due esiste infatti una netta differenza.

Prima di iniziare voglio subito informarti che se il tuo obiettivo è quello di guadagnare attraverso il tuo sito web, la soluzione ideale è senza alcun dubbio wordpress.org, da installare su un proprio hosting (self-hosted).

Ora passiamo subito alla presentazione di entrambe le piattaforme.

WordPress.org (Self-Hosted)

Questa è la versione più utilizzata, dai professionisti alle grandi imprese.

Il suo software è open-source e gratuito al 100%, ti basterà installarlo su un web hosting per vedere il tuo sito web pronto da personalizzare.

Ora potresti pensare: Ma non è complicato utilizzare una piattaforma del genere? E non dovrei saper programmare?

Tranquillo, non è niente di così complicato e non dovrai necessariamente saper programmare per far funzionare il tuo sito web.

Semplicemente perché questo software si avvale di temi e plugin già pre-costruiti.

Matteo, cosa sono i temi? E i plugin?

I temi sono template, gratis o a pagamento, che creano l’aspetto del sito, la struttura e anche la sua grafica.

Mentre i plugin offrono funzionalità aggiuntive. Anche questi, come i temi, possono essere gratuiti o a pagamento.

Utilizzando questa versione di WordPress avrai libera possibilità di personalizzazione e potrai creare senza grandi difficoltà un blog, un portfolio, un eCommerce o tanto altro ancora.

Cosa devo avere per creare un sito con WordPress.org? E quanto dovrò spendere?

Tutto ciò di cui hai bisogno per creare un sito web con questa versione è un dominio e un hosting.

Solitamente, un dominio, anche a seconda dell’estensione, può avere un costo variabile di circa 10€ l’anno. Mentre l’hosting, solitamente, ha un costo di circa 50€ l’anno.

Altre spese extra potrebbero derivare da template o eventuali plugin premium.

Inoltre considera che la scelta dell’hosting non è per niente da sottovalutare, proprio per questo mi sento di consigliarti uno dei migliori hosting in circolazione e che utilizzo personalmente, consigliato anche dallo stesso WordPress e cioè Siteground.

Attualmente presenta un’offerta del 60% su tutti i piani e un dominio gratis incluso per il primo anno.

WordPress.com (Hosted)

Questa versione è ospitata direttamente online e non possiede un software scaricabile e altamente personalizzabile.

Utilizzando WordPress.com ti troverai a gestire il tuo sito direttamente sulla loro piattaforma e non dovrai aver bisogno di un dominio o di un hosting che è offerto direttamente da loro.

Ma questa versione non è la migliore?

A primo impatto potrebbe sembrare la migliore e con una configurazione molto più semplice, ma non è così.

Non preoccuparti se hai scelto per sbaglio questa versione. Puoi passare dalla versione WordPress.com alla versione WordPress.org in qualsiasi momento.

Tutte le differenze tra WordPress.org e WordPress.com

Approfondiamo subito tutte le differenze tra queste due piattaforme.

Costi

WordPress.com offre 6 piani, tra cui:

Anche qui, a primo impatto, se non abbiamo bisogno di un eCommerce online, la soluzione migliore potrebbe sembrare quella di WordPress.com.

Purtroppo però, tutte i piani, fino al Premium, sono in realtà molto limitati e possiedono poca possibilità di personalizzazione.

Solo dal piano Business possiamo sbloccare le funzionalità avanzate che si avvicinano a quelle che troviamo su WordPress.org.

Quali sono le limitazioni del piano free di WordPress.com?

Ecco subito un elenco delle limitazioni del piano free di WordPress.com:

  • Non potrai usufruire di un dominio ma solo di un sottodominio come per esempio matteofeduzi.digital.blog.
  • Non potrai superare più di 3 GB di spazio di archiviazione.
  • Puoi utilizzare solo i temi gratuiti.
  • Non hai nessuna possibilità di personalizzazione del design.
  • Saranno sempre presenti degli ads nel tuo sito web che non ti porteranno alcun ricavo.
  • Non potrai integrare nessun strumento di analisi e tracciamento come per esempio Google Analytics.
  • Non potrai installare alcun plugin.
  • Verrà sempre visualizzato il branding di WordPress.com
  • Non sarà presente nessuno strumento SEO.
  • Nessuna possibilità di creare un eCommerce.

Come puoi vedere, a carte in tavola, la scelta è tra il piano Business di WordPress.com (300€ l’anno) contro WordPress.org (dai 47 ai 100€ l’anno).

Hosting

Se decidiamo di utilizzare WordPress.org potremo usufruire di un hosting scelto direttamente da noi e avremo la possibilità di personalizzare i vari file anche con HTML, CSS e PHP.

Solitamente questi hosting hanno un costo variabile a seconda delle loro funzionalità. Per esempio questi sono i costi dei piani di Siteground.

Piani Siteground
Piani Siteground

Nel caso di WordPress.com l’hosting è fornito direttamente da WordPress incluso nel piano, ma non avrai alcun accesso ai file del tuo sito.

L’unica cosa che potrai personalizzare, effettuando l’upgrade al piano Premium, è il CSS del tuo sito.

Dominio

Se decidi di utilizzare WordPress.org avrai bisogno di un dominio.

Puoi riceverne uno gratuitamente per tutto il primo anno scegliendo l’hosting di Siteground.

Con la versione gratuita di WordPress.com potrai usufruire solo di sottodomini.

Spazio di memoria (spazio di archiviazione)

Su WordPress.org e anche su WordPress.com lo spazio di archiviazione dipende dal piano scelto.

Con WordPress.org su Siteground:

  • StartUp: 10GB di spazio web.
  • GrowBig: 20GB di spazio web.
  • GoGeek: 30GB di spazio web.

Con WordPress.com:

  • Gratuito: 3GB di spazio web.
  • Blogger: 6GB di spazio web.
  • Personale: 6GB di spazio web.
  • Premium: 13GB di spazio web.
  • Business: spazio web illimitato.
  • eCommerce: spazio web illimitato.

Costi extra

Se necessiti di funzioni aggiuntive avrai bisogno molto probabilmente di temi o plugin premium.

I costi di questi due sono abbastanza similari sia su WordPress.org che su WordPress.com.

Con l’aggiunta che su WordPress.org abbiamo molta più possibilità di personalizzazione e possiamo creare noi stessi una funzione aggiuntiva simile a quella di un tema o un plugin premium.

Plugin

Il piano gratuito di WordPress.com non permette l’installazione di plugin come Yoast SEO, uno dei migliori per quanto riguarda l’ottimizzazione SEO del tuo sito.

Puoi iniziare ad installare plugin solo dal piano Business in poi.

Se decidi di utilizzare WordPress.org invece, hai la possibilità di installare e attivare qualsiasi plugin tu voglia, come per esempio il plugin di Hotjar e tanti altri.

Installare plugin ufficiale di Hotjar
Installare plugin ufficiale di Hotjar

Temi

Nel piano gratuito di WordPress.com puoi attivare solo i temi gratuiti (che sono una decina), mentre quelli premium posso essere attivati solo dal piano Premium (96€ l’anno) in sù.

Su WordPress.org puoi trovare migliaia di temi gratuiti e a pagamento che rispecchieranno sicuramente molto di più le tue esigenze.

Strumenti analitici

Con la versione gratuita di WordPress.com puoi usufruire esclusivamente dei dati analitici riportati dallo stesso WordPress e non puoi usufruire di tool come Google Analytics.

Puoi usufruire di quest’ultimo solo dal piano Business (300€ l’anno) in sù.

Su WordPress.org puoi installare Google Analytics e qualsiasi altro tool di tracciamento in modo completamente gratuito.

Monetizzazione

La monetizzazione (annunci, pulsanti PayPal e altro ancora) sul piano gratuito di WordPress.com non è possibile fin da subito e bisogna avere almeno 25.000 visite mensile per poter richiedere una compartecipazione delle entrate degli annunci.

Puoi iniziare a monetizzare con gli annunci tramite WordAds usufruendo del piano Premium (96€ l’anno) o successivi.

Su WordPress.org puoi iniziare a monetizzare fin da subito e non dovrai dar parte delle entrare tramite il tuo sito web a nessuno.

Aggiornamenti e gestione

Gli aggiornamenti su WordPress.com sono automatici, così come i backup e non dovrai preoccuparti di niente.

Al contrario però, tutti i tuoi file rimangono sotto la loro custodia e non possono essere scaricati.

Su WordPress.org sei tu il gestore assoluto del tuo sito e dovrai eseguire gli aggiornamenti periodici di plugin, del tema e anche della versione di WordPress.

Inoltre potrai eseguire backup periodici, grazie all’hosting o a determinati plugin appositi.

Questo ti permette di scaricare tutti i file del tuo sito.

Conclusioni

WordPress.com si dimostra una piattaforma sicuramente più limitante, adatta a blogger che non hanno bisogno di guadagnare tramite il proprio sito web.

Nel caso tu voglia iniziare a guadagnare con il tuo sito web ti consiglio di utilizzare la versione WordPress.org che rimane sicuramente più flessibile e con una grande possibilità di personalizzazione.

C’è qualcosa di poco chiaro? Fammelo sapere nei commenti!

Un abbraccio,

Matteo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *