Guida completa a MailerLite

Guida completa a MailerLite

La guida ideale per chi è agli inizi della propria avventura con l'email marketing e vuole scoprire cos'è e come funziona MailerLite.

Pubblicato il 18 Febbraio, 2021 Scritto da Matteo Feduzi Email Marketing Nessun commento

All’inizio della mia carriera nel mondo dell’email marketing tutti mi consigliavano una e solo una cosa soltanto: MailChimp.

Così decisi di seguire il consiglio e preso dell’euforia del momento decisi di registrarmi a questo ben rinomato software.

Non nascondo la mia confusione. Ero entrato da poco e già non riuscivo a capire molte cose. “Come si fa questo? E quest’altro?”.

Insomma, ero proprio in panne. Quindi decisi di fare un passo indietro e informarmi meglio sull’argomento e alla fine trovai proprio ciò che stavo cercando, un tool molto più semplice, ma pur sempre completo: MailerLite.

Ecco come nasce questa guida che spero potrà aiutarti in questo tuo fantastico percorso.

Ma ora bando le ciance… si parte. Sei pronto? 😉

Cosa è MailerLite?

MailerLite è un software di email marketing freemium che offre una versione gratuita fino a 1.000 contatti e 12.000 email inviate al mese.

Direi un buon punto di partenza per ogni persona che vuole iniziare senza spendere budget fin da subito, non credi?

Lo so, ora so cosa stai per dirmi, se hai già visitato la pagina prezzi di MailChimp saprai benissimo che la versione gratuita possiede solo un limite: 2.000 contatti. Sicuramente ben più alto rispetto a quello di MailerLite.

Eppure non mi sento comunque di consigliartelo, specialmente se sei agli inizi.

Non mi credi? Prova a registrati e guarda tu stesso, alla fine non costa nulla provare e magari chissà, ti troverai meglio con MailChimp.

Ma ora torniamo al protagonista…

La dashboard di MailerLite

La dashboard contiene un riepilogo generale dell’andamento del tuo account.

Ti informa:

  • dell’ultima campagna inviata;
  • l’andamento degli iscritti;
  • le statistiche delle campagne;
  • le statistiche delle automazioni;
  • le statistiche dei form;

Niente di complicato, giusto? È una semplice pagina di monitoraggio generale.

Senza indugiare troppo direi che possiamo passare alla prossima sezione: Campagne.

Le campagne di MailerLite

Questa è probabilmente la sezione che visualizzerai di più e che ti permette di mandare email in broadcast a tutta la tua lista o ad alcuni della tua lista.

Ad esempio puoi notare che la seconda campagna ha meno contatti della prima o della terza, questo perché quella mail è stata mandata solo ad alcuni utenti con specifici attributi.

Per il resto è tutto abbastanza semplice:

  • Sent: mostra le campagne inviate con le relative statistiche.
  • Drafts: mostra le campagne in bozza.
  • Outbox: mostra le campagne che stanno partendo in quell’istante.

E se ancora non si fosse capito il bottone arancione in alto a destra “Create campaign” permette di creare la tua campagna 😉

Se clicchi la freccina si aprirà un pannello che mostra quattro impostazioni principali:

  • Regular campaign: qui crei normalmente la tua campagna.
  • A/B split campaign: qui puoi creare un A/B test sulla tua campagna (per esempio utilizzando due colori diversi per i bottoni in modo da vedere quale colore ha un conversion rate più alto).
  • Auto resend campaign: serve ad inviare nuovamente una determinata email a quegli utenti che non hanno aperto l’ultima mail (consiglio di utilizzare con saggezza questo strumento).
  • RSS campaign: serve per vari scopi (ad esempio mandare email all’uscita di un nuovo articolo sul blog).

Sai qual è la cosa bella? Il piano gratuito permette di utilizzare tutte queste funzioni escluso l’auto resend.

Il resto è tutto abbastanza automatico e per creare un’ottima campagna non dovrai far altro che seguire le istruzioni riportate.

Iscritti su MailerLite

In questo terzo pannello puoi gestire i tuoi iscritti.

Esaminiamo per ordine i vari pannelli:

  • All subscribers: qui puoi vedere tutti gli utenti registrati, le loro informazioni ed esportare alcuni o tutti i contatti filtrati.
  • Segments: se hai familiarità con altri strumenti di email marketing puoi definire questa voce come le “liste”.
  • Groups: possiamo definire questa voce come i “tag”.
  • Fields: sono i campi dell’utente. Di default troverai quelli principali come nome e cognome, ma puoi aggiungerne anche altri.
  • Stats: qui trovi le statistiche ottenute dai tuoi iscritti.
  • Clean up inactive: questa è una funzione molto utile che permette di intercettare gli utenti inattivi ed eliminarli con un clic.

Ehi aspetta, ma perché una funzione che elimina gli utenti è molto utile? Beh, il motivo è in realtà molto semplice, ma merita un articolo a parte che scriverò a breve.

Anche qui niente di complicato, vero? Passiamo alla prossima sezione!

Forms su MailerLite

Sinceramente utilizzo molto poco questa sezione, perché tendo a creare per i miei clienti tutto quello che è presente qui direttamente tramite codice grazie alle API.

Ma immagino che tu possa essere alle prime armi, dunque è abbastanza importante soffermarci un pò anche su questa sezione anche perché è incentrata sulla generazione di contatti.

Come vedi nell’immagine riportata sopra qui possiamo trovare 3 funzioni:

  • Pop-ups: probabilmente li conosci già. Sono dei semplici popup che appaiono quando e dove vogliamo a seconda delle impostazioni inserite, sul nostro sito web.
  • Embedded forms: se sei alla ricerca di qualcosa di meno invasivo di un popup allora molto probabilmente hai bisogno di questa funzione per creare un form in linea.
  • Promotions: mentre le prime due funzioni sono più incentrate sulla lead generation (generazione di contatti), quest’ultima è più mirata alla promozione interna del sito.

Sites su MailerLite

Non penso che utilizzerai mai questa sezione (e sinceramente non te lo consiglio), ma giusto per essere scrupolosi vediamo di prenderla in considerazione.

MailerLite ha un editor che offre la possibilità di creare la tua landing page o il tuo sito web in maniera drag & drop molto simile a come realizzi la tua mail.

Ma che differenza c’è tra una landing page e un sito web? Beh, una gran bella differenza. La prima ha come unico obiettivo quella di portare a una conversione, la seconda ha molti più scopi tra cui il più importante: quello informativo.

Ora possiamo procedere alla prossima sezione.

Automation su MailerLite

Questa, insieme alla sezione delle campagne, è una delle più importanti e dove ti troverai più frequentemente.

Ogni buon marketers dovrebbe conoscere e utilizzare bene questa sezione.

Qui è dove possiamo programmare le nostre email, le azioni da compiere e altro ancora.

A livello tecnico è veramente molto semplice configurare un’automazione di email marketing qui su MailerLite, quindi non mi soffermerò molto, dopotutto basta solamente fare clic sul grande bottone arancione su a destra per creare il proprio workflow (o automazione) e proseguire con gli step che vengono indicati.

Non ci credi? Prova tu stesso. Credimi, è veramente semplice! 😉

Impostazioni su MailerLite

Manca solamente una cosa di cui parlare, le impostazioni che sono raggiungibili cliccando la vostra icona in alto a destra.

Vediamo subito una breve spiegazione per ognuna di esse:

  • My profile: qui puoi modificare le informazioni del tuo profilo.
  • Users: qui puoi aggiungere o rimuovere altri utenti al tuo account.
  • Account settings: qui ti consiglio di modificare subito la time zone, le altre informazioni dovresti averle già e sono quelle necessarie per la convalida dell’account. Ricordati di compilare correttamente la sezione default settings e domains. È importante autenticare il tuo dominio perché permetterà di aggiungere i record DKIM e SPF.
  • Domains: Riportata alla sezione indicata prima.
  • Subscribe settings: qui puoi abilitare il doppio opt-in che invierà un’email di conferma per l’iscrizione all’utente che si è iscritto. Il mio consiglio è di non attivare questa funzione che potrebbe essere troppo macchinosa per l’utente.
  • Unsubscribe settings: qui puoi modificare il form di disiscrizione che l’utente visualizza quando fa clic sul link disiscriviti in una tua mail.
  • Email notifications: qui puoi gestire la ricezione di notifiche quando un nuove utente si iscrive, si disiscrive e tanto altro.
  • Integrations: trovi la lista di tutti i tools che puoi integrare e anche il codice API per altre eventuali integrazioni manuali.
  • My templates: trovi tutti i template che hai salvato delle tue mail.
  • File manager: trovi tutti i media file che hai caricato.

Le ultime impostazioni sono più gestionali e non credo ci sia bisogno di una vera spiegazione 😉

Conclusioni

Siamo finalmente giunti alla fine di questa guida e spero di averti dato una visione completa di questo ottimo software.

Dunque ricapitolando: stai cercando un sistema di email marketing semplice, gratuito (per iniziare) e funzionale? MailerLite è sicuramente ciò che fa al caso tuo.

Hai delle domande? Non esitare a scrivermi! 😉

Un saluto,
Matteo.

Benvenuto!

Sono Matteo Feduzi, autore di matteofeduzi.com. Ogni giorno aiuto migliaia di imprenditori e neo-imprenditori a sviluppare il proprio business online.

Nuovi tips giornalieri e interessanti su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *