Social: A cosa servono e perché utilizzarli

Ehi ciao! 🙂

Oggi parliamo di social network.

Nello specifico vorrei rispondere alla domanda che ultimamente si stanno ponendo in molti: Sono essenziali per noi e/o per la nostra attività?

Per dare questa risposta analizziamo più nel dettaglio Lensball, un brand alquanto curioso e innovativo che ha riscosso fin da subito un certo successo nei social di Facebook e Instagram.

Come possiamo ben vedere dall’immagine sopra riportata, Lensball è raggiunta da più del 28% di persone dai social.

Questo vorrebbe dire che se il loro team non avesse scelto di buttarsi nei social, molto probabilmente non avrebbero riscosso questo grande successo.

Analizziamo ora però Amazon, uno dei siti più visitati al mondo, dove è possibile acquistare quasi qualsiasi prodotto attualmente in commercio.

In questo caso possiamo vedere, seppur modesto, un 5,83% di persone che vengono reindirizzate sul sito ufficiale dai social.

Perché succede questo?

Il motivo è molto semplice.

Essendo Amazon, infatti, una piattaforma molto posizionata e già di grande successo viene cercata principalmente nei vari motori di ricerca in modo diretto (50,94%) o in modo non diretto (30,37%).

Consideriamo che Amazon viene raggiunta mensilmente da più di 2 miliardi di persone in tutto il globo (per più del 70% solo in America).

Incredibile vero? 🙂

Passiamo ora a rispondere ad altre domande.

Conviene utilizzare i social?

Come avrai ben visto negli esempi sopra riportati i social stanno già facendo ottenere un grandissimo successo a piccoli e grandi brand apportandogli un fatturato sicuramente maggiore.

Tornando all’esempio precedente di Amazon, infatti, il 5,83% del traffico cioè più di 100 milioni di persone al mese arrivano al loro sito grazie ai social.

Sei un venditore offline oppure vuoi diventare un influencer di successo?

Il mio consiglio è quello di iniziare ad introdurti nel web, ma ancor meglio nei social.

Se utilizzati bene saranno la tua arma migliore!

Quali social devo utilizzare?

I social che ti consiglio di utilizzare al momento sono due: Instagram e Facebook.

Instagram

Instagram è il social del momento, amato principalmente dai giovani ma anche da fasce di età più alte.

Questo grande social conta più di 800 milioni di utenti attivi al mese nel mondo, tra cui più di 16 milioni solo in Italia.

La sua vera forza sono le storie, che permettono ad un utente di essere trasparente con il proprio pubblico e far vedere ogni momento della propria vita reale.

Facebook

Facebook è un social molto potente e dalle grandi funzionalità, amato da un pò tutte le fasce di età anche se ormai sempre più trascurato, data la grande influenza di Instagram.

Questo grande social conta a se più di 2.2 miliardi di utenti attivi al mese nel mondo tra cui più di 30 milioni solo in Italia.

La vera forza sono le vaste funzionalità che dispone e la possibilità di creare enormi community dove poter esporre le proprie competenze come ad esempio le nostre: InstaFlyUp e Makers.

Una volta entrato nei vari social?

Una volta registrato nei vari social e creato il proprio profilo, potrai promuovere te e/o il tuo brand in vari modi, come ad esempio sponsorizzare i post.

Pensi che sponsorizzare i propri post richieda un budget enorme? Tranquillo non è così!

Sarai tu a scegliere l’importo che più ti si addice. Puoi creare l’inserzione con solo 1€ come puoi crearla con 1.000€.

Ovviamente ciò che varierà sarà il numero di persone che visualizzeranno quel post a seconda della spesa che effettuiamo. (Ovviamente più paghiamo e più arriviamo a un pubblico maggiore)

Ecco riportato un esempio di sponsorizzazione su Facebook:

Effettivamente vediamo come anche con un piccolo budget di 1€ è veramente semplice raggiungere più persone.

Conclusioni

I social sono uno strumento essenziale che permettono di generare grande traffico, specialmente profilato e senza la quale sarebbe molto difficile creare ed instaurare un rapporto con il cliente.

Essi ci permettono inoltre di automatizzare vari processi e di risparmiare enorme tempo prezioso.

Sei curioso a riguardo? Illustrerò questo aspetto nella mia prossima guida: Growth your business

Un abbraccio,

Matteo.

Ancora nessun commento, aggiungine uno per primo!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *